1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Boe: possibile aumento QE non oggi ma a luglio, a meno che Pmi servizi non crolli (analista)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I prezzi delle materie prime in calo e i bassi livelli di inflazione suggeriscono che la Bank of England ha spazio per rispondere al contesto deterioramento della crescita globale e nazionale con un aumento delle risorse di stimolo, o quantitative easing (QE). E’ questa la previsione degli analisti di Ing, in attesa della riunione della Boe di oggi. Il mercato si aspetta una conferma dei tassi di interesse all’attuale livello dello 0,5% ma spera anche in un aumento delle misure per sostenere la ripresa economica. “Tuttavia – precisano a Ing – salvo un crollo completo nei servizi Pmi di oggi, abbiamo il sospetto che la Boe aspetterà fino a luglio”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Creval: Fitch taglia rating, outlook è negativo

Fitch Ratings ha ridotto il rating a lungo termine del Credito Valtellinese a “BB-“ da “BB” e il Viability Rating a “bb-“ da ”bb”, già posti sotto osservazione con implicazioni negative lo scorso 24 marzo. L’outlook è negativo.

INVESTIMENTI

Italia: ancora cautela su ritorno incertezza politica (analisti)

Prudenza sull’Italia. E’ il consiglio di Gilles Guibout, responsabile investimenti Equity Europa di AXA Investment Managers: “Il potenziale ritorno dell’incertezza politica in Italia suggerisce cautela”. Secondo l’esperto, l’andamento del mercato, so…

RATING

Credit Suisse: giudizi degli analisti spingono il titolo

Seduta positiva sul listino elvetico per il Credit Suisse, in aumento del 3,57% a 13,63 franchi. Deutsche Bank ha annunciato di aver promosso il titolo CSGN a “comprare” con prezzo obiettivo fissato a 15 franchi.

Dal punto di vista patrimoniale, …