Bnl, una faccia nuova nell'azionariato

Inviato da Redazione il Gio, 09/12/2004 - 08:50
Secondo indiscrezioni di stampa l'immobiliarista di Buenos Aires, Franco Macri, sarebbe entrato in questi giorni nel capitale della Bnl con il 3-4%. Quota per il momento non ufficiale. L'operazione Bnl sarebbe il primo vero ritorno alla madrepatria dei Macri, nati Macrì con l'accento, emigrati dalla Calabria verso le pampas nel dopoguerra e poi, per decenni, rimasti incastonati nell'immaginario argentino come simbolo di tutto un po': imprenditoria, ricchezza, belle donne, calcio, rapporti con la politica. Questo imprenditore si presenta come l'ago della bilancia tra i due patti di sindacato di Bnl, ma in verità l'affinità di attività imprenditoriale con quella dei componenti del contropatto è piuttosto indicativa. Difficile pensare che l'interesse di Macrì derivi dalla presenza della Bnl in Argentina che è in via di dismissione.
COMMENTA LA NOTIZIA