Bnl subito in testa all'S&P/Mib, si specula sul no di Bankitalia a Unipol

Inviato da Redazione il Ven, 06/01/2006 - 09:26
Primi scorci di contrattazioni in decisa ascesa per il titolo Bnl che è balzato subito in testa all'S&P/Mib e ora viaggia a quota 2,91 euro, in progresso del 2,61%. Si tratta dei nuovi massimi degli ultimi 4 anni. Già alla vigilia il titolo dell'istituto di via Veneto aveva chiuso in rialzo quasi dell'1% con un deciso sprint sul finale. A spingere gli acquisti verso la banca della capitale le ultime indiscrezioni che vedono in arrivo la prossima settimana il no di Bankitalia all'Opa di Unipol su Bnl. In tal caso tornerebbero in pole position gli spagnoli del BbvaVincenzo Desario, direttore generale di Banca d'Italia e reggente fino all'arrivo del nuovo Governatore Mario Draghi, sarebbe in procinto di firmare un parere negativo poggiando la decisione su motivazioni tecniche basate soprattutto sull'inadeguatezza patrimoniale della compagnia assicurativa bolognese a sostenere l'acquisizione dell'istituto capitolino. Per evitare che si possa percepire la presenza di un conflitto di interessi nei confronti di Draghi, che è stato vice presidente di Goldman Sachs che si è occupata di Bnl in quanto advisor del Bbva, via Nazionale è intenzionata a pronunciarsi in tempi brevi.
COMMENTA LA NOTIZIA