1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bnl scatta in avanti tra i bancari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bnl scatta in avanti. Il titolo dell’istituto di via Veneto segna in apertura un rialzo dello 0,90%, scambiando a quota 1,795 euro. Gli ordini di acquisto stanno facendo da cuscinetto alla notizia arrivata ieri dell’aumento di capitale in casa Banca Nazionale del Lavoro. E la macchina organizzativa ora che il ghiaccio con il mercato è rotto procede a pieno ritmo. Secondo indiscrezioni di stampa già entro fine novembre prenderà il via l’aumento di capitale da 1,1 miliardi di euro. L’operazione voluta fortemente da Abete avrebbe come obiettivo quello di rafforzare la patrimonializzazione della banca e finanziarne lo sviluppo. Secondo molti tra le ragioni dell’aumento ci sarebbe anche quello di rimettere ordine nell’azionariato, cercando di indebolire il fronte contrario al blocco di controllo. Il presidente Abete ha sempre smentito queste ipotesi. E due giorni fa sottolineando “l’unanimità della decisione dei principali soci”, ha auspicato che “l’atteggiamento favorevole all’aumento di capitale sia condiviso anche dagli altri azionisti rilevanti dalla banca”. Secondo voci di stampa il contropatto, che si riunirà domani, sottoscriverà l’operazione.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Spread Btp-Bund sotto 170 punti base, rendimento al 2,10%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta sotto quota 170 punti base, precisamente a 169 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,10%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza via…

AIM ITALIA

Giglio Group, siglato accordo pluriennale con Amazon Media in Europa

Giglio Group, società quotata al listino Aim Italia specializzata nell’e-commerce, ha annunciato oggi di aver concluso un accordo pluriennale con il colosso Amazon in Europa. Nel dettaglio, il canale Nautica Channel sarà l’unico controllato da un gru…

LAVORO

Lavoro: Coldiretti, allarme in campagna senza alternative a voucher

“Con l’inizio della piena attività primaverile per frutta e ortaggi è Sos nelle campagne dove senza alternativa ai voucher sono a rischio i raccolti, ma si perdono anche opportunità di lavoro per 50mila giovani studenti, pensionati e cassa integrati …