Bnl, la mossa di Fazio

Inviato da Redazione il Mer, 23/03/2005 - 08:46
La doppia partita per il controllo dell'Antonveneta e della Bnl, arbitrata dalla Banca d'Italia, procede con piccole mosse. "E' ancora troppo presto per la soluzione", affermano vari player in campo. Che intanto via via, scoprono le carte. Ieri è stata la volta dell'Unipol, il cui amministratore delegato, Ivano Sacchetti, ha varcato in mattinata il portone di Palazzo Koch. I responsabili della Vigilanza e dello stesso governatore, Antonio Fazio, hanno esaminato le intenzioni del gruppo assicurativo nei confronti della Bnl sulla quale pende l'annuncio dell'Opvs da parte degli spagnoli del Bbva. Per Unipol, che già in passato si era detta disponibile ad acquistare la quota di Generali in Bnl, si tratta di concretizzare il vecchio progetto di aumentare peso nella banca romana e acquisire il controllo della Bnl Vita, di cui già possiede il 50%. Non è quindi escluso che la compagnia bolognese possa giocare un ruolo significativo nella cordata italiana, o minoranza di blocco, anti-Bbva, anche se occorre verificare se sia fattibile e in quali tempi l'accordo per con le Generali. Al governatore Unipol ha anche manifestato la sua intenzione di giocare un ruolo di primo piano nella partita anti-Abn Amro nell'Antonveneta.
COMMENTA LA NOTIZIA