1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bnl: Lehman, Opa Unipol avra’ successo ma era meglio quella di Bbva

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tutto confermato su Bnl da parte di Lehman Brothers: la raccomandazione resta “equal-weight” e il target price 1,71 euro. Ieri Unipol ha notificato alla Consob i dettagli della propria offerta pubblica di aquisto (Opa) sull’istituto di Via Veneto e ora l’autorità di vigilanza ha 15 giorni per esprimersi. Tuttavia, affinché l’Opa possa prendere il via, è necessario che giunga anche il via libera della Banca d’Italia, che ha preso tempo per chiedere una consultazione all’Isvap, l’autorità di vigilanza del mercato assicurativo. La mossa, come mettono in evidenza gli analisti della banca d’affari, potrebbe ritardare la partenza dell’Opa di Unipol. Gli esperti di Lehman Brothers ritengono che, a patto che giungano tutti i consensi necessari da parte di chi di dovere, l’operazione sia destinata ad avere successo. “Tra l’altro”, sotolineano, “nonostante l’ingente capitalizzazione della banca oggetto dell’offerta, che è tre volte quella di Unipol, le autorità competenti non dovrebbero far questioni”. Tuttavia, gli analisti della casa d’affari pensano che l’offerta formulata dagli spagnoli del Bbva avrebbe massimizzato i rendimenti per gli azionisti Bnl più di quella della compagnia assicurativa capitanata da Giovanni Consorte, per via della “minore forza finanziaria” e delle “minori competenze all’interno del settore bancario” in possesso di quest’ultima.