1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bnl giu’, nessun colpo di scena nelle fila dell’azionariato

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bnl abbandona lo scettro di reginetta del mercato. Il titolo dell’istituto di via Veneto per buona pace di Luigi Abete cede lo 0,66%, scambiando a quota 2,23 euro. Il mercato spera in cuor suo in una battaglia giocata a colpi di Opa. Ebbene per cercare di spegnere questa ridda di voci ieri si è scomodato il presidente di Bnl in persona. Luigi Abete ha definito improbabile l’ingresso di un nuovo grande socio istituzionale nella banca romana. “In una banca che ha quattro investitori significativi, Bbva, Generali, Mps e la Popolare di Vicenza, immaginare che arrivi un altro significhi chiedere troppo alla provvidenza”, sono state le parole dell’ad. Nel frattempo si appreso da indiscrezioni di stampa che nulla sarebbe cambiato tra le file dell’azionariato. I dati pervenuti alla Consob non porterebbe a fatti di grandi rilievo. Stando a quanto si apprende dalle voci di stampa nessuna faccia nuova avrebbe fatto il suo ingresso in Bnl, non l’argentino Macrì su cui tante parole erano state spese, non soci bancari che avrebbero fatto da spalla al contro-patto. Un ingrediente fondamentale viene meno nella ricetta Bnl: la speculazione. Il titolo non lievita più in Borsa. Oggi è atteso l’annuncio della Consob sulle partecipazioni dei soci dopo l’aumento di capitale.