Bnl, effetto Iraq sui conti

Inviato da Redazione il Mer, 24/11/2004 - 08:45
Effetto Iraq sui conti Bnl. I soldi prestati dalla Banca a Saddam Hussein tornano di attualità. Questa volta con buone notizie per Luigi Abete. Il Paris Club ha chiuso un accordo sul debito pregresso di Bagdad. In base all'intesa, i paesi più industrializzati hanno deciso di condonare l'80% dei loro crediti, mentre l'Iraq si è impegnato a rimborsare il resto. Bnl ha un esposizione teorica verso il Paese di circa 2,2 miliardi di euro, tutti garantiti dalla Banca centrale. Negli ultimi anni, i vertici dell'istituto visto la piega che stavano prendendo gli avvenimenti hanno deciso progressivamente di svalutarli. Al 30 giugno 2004 il valore già accantonato era pari all'88,7% del totale. Se l'accordo con Paris Club dovesse concretizzarsi in una chiusura di tutte le operazioni con un rimborso del 20%, Bnl potrebbe chiudere l'affare con un entrata straordinaria di quasi 200 milioni di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA