1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bnl: confermata la fondatezza delle criticita’ di merito e metodo Opa Unipol

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’Opa obbligatoria di Unipol ha manifestato fin dalla sua impostazione problemi di metodo e merito. Non va per il sottile il comunicato diffuso da Bnl questa mattina, spiegando che “il presidente di Bnl, Luigi Abete, ribadisce, anche alla luce della delibera della Consob del 23 dicembre scorso l’attualità e l’importanza delle considerazioni critiche evidenziate nel Comunicato dell’Emittente del 21 ottobre scorso”. Due giorni prima di Natale la Consob ha accertato che uno dei contratti di opzione stipulati fra Unipol e Deutsche Bank conteneva un patto parasociale con le relative conseguenze in termini di trasparenza, informativa al mercato e qualificazione di Deutsche Bank come soggetto
concertante con Unipol nell’offerta. Accertamento che ha comportato l’applicazione da parte di Consob del principio di best price rule, con conseguente elevazione del prezzo di offerta a 2,755 euro. “L’accertamento Consob costituisce una formale evidenziazione della fondatezza di una delle criticità espresse fin dall’inizio da Bnl e consente di rimuovere una situazione che altrimenti avrebbe prodotto un danno economico, allo stato accertato nella misura di 0,055 euro per azione, agli azionisti di Bnl, con particolare riguardo alle decine di migliaia di piccoli azionisti”, continua il comunicato.