Bnl: Chevreux, si riapre la battaglia per il controllo?

Inviato da Redazione il Mer, 11/01/2006 - 10:46
Addio sogni di conquista all'ombra della città delle due torri su Bnl? Difficile dare una risposta certa, anche per gli esperti di mercato che hanno seguito a distanza ravvicinata la vicenda. Ci provano gli analisti di Chevreux nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com. "Pensiamo che Bbva potrebbe probabilmente fare una contro-offerta per Bnl. Ci aspettiamo che Bbva negozierà con Unipol e i suoi alleati per garantirsi il controllo di Bnl, istituto di cui possiede già il 15% circa", scrive l'esperta della casa d'affari francese, confermando la raccomandazione underperform su Bnl. "Assumendo un concambio di 5 azioni Bnl ogni Bbva, Bnl potrebbe essere valutata circa 3,05 euro, circa il 5% sopra l'attuale prezzo di Borsa", continua l'analista, sottolineando che questo valore potrebbe avere un effetto diluitivo sull'Eps del 2% controbilanciato dalle sinergie in dote dal deal. Sfogliando i giornali italiani il broker francese non ha potuto non vedere la speculazione che è montata sull'argomento. "La stampa sta speculando che SPI e MPS possano essere interessate a Bnl. Considerando che le sinergie di costo potrebbero essere uguali al 12% dei costi base 2004 di Bnl, stimiamo che il prezzo massimo che i due supposti predadori domestici potrebbero pagare per fare un'offerta neutrale sugli utili per i prossimi tre anni potrebbe essere rispettivamente di 2,90 euro e 3,10 euro", conclude l'esperta.
COMMENTA LA NOTIZIA