Bnl: Caltagirone, nessun accordo con Unipol

Inviato da Redazione il Mer, 01/06/2005 - 08:59
Unipol ha reso noto ieri di esser salita al 6,46% di Bnl con un ulteriore 3,21% in virtù di contratti di opzione. Nel complesso la compagnia assicurativa dispone quindi del 9,67% dell'istituto di via Veneto dopo che venerdì scorso Bankitalia le aveva dato l'ok a salire fino al 10%. Unipol ha però precisato di non aver presentato ai competenti Organi di Vigilanza alcuna istanza per poter incrementare oltre la soglia del 10% la partecipazione attualmente detenuta in Bnl. Sempre nella giornata di ieri, Francesco Gatano Caltagirone, alfiere del contropatto che controlla il 26% circa di Bnl, ha dichiarato che non sussiste alcuna intesa con Unipol. Invece il presidente della Banca Popolare di Vicenza, anch'essa azionista di Bnl, ha confermato che il suo istituto non intende aderire all'Ops che verrà lanciata dagli spagnoli del Bbva.
COMMENTA LA NOTIZIA