1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Bnl: Bonnafé, Italia secondo mkt domestico per gruppo Bnp

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Già nei giorni erano circolate dichiarazioni non ufficiali riportate dalle agenzie secondo cui la banca romana Bnl sarebbe stata giudicata un “asset strategico” per i francesi di Bnp Paribas, che l’hanno conquistata nei primi mesi del 2006, dopo i guai giudiziari in cui è incappata la Unipol della gestione Gianni Consorte e dopo la ritirata degli spagnoli del Bbva. E oggi il giornale d’Oltralpe, Les Echos, ha rivestito di ufficialità tali dichiarazioni: l’amministratore delegato di Bnl, Jean Laurent Bonnafé, ha fatto sapere in un’intervista che l’Italia è il “secondo mercato domestico” del colosso francese e Bnl in particolare costituisce “uno degli asset che contribuisce maggiormente alla crescita della redditività del gruppo”. “Bnl – afferma Bonnafé nell’intervista – è l’unica banca italiana veramente nazionale e con un livello di notorietà elevato su tutto il territorio”. E sul capitolo acquisizioni in Italia: “Non ci opponiamo ad acquisizioni in Italia purché abbiano luogo a un prezzo intelligente e accettabile sia da parte degli azionisti sia del management. Al momento non stiamo esaminando alcuna offerta”. E sugli sportelli e quelli di Unicredit in particolare? “Come sempre – spiega l’a.d. di Bnl – abbiamo esaminato l’ipotesi di acquisto di sportelli Unicredit ma attualmente il prezzo medio di mercato, circa 9 milioni di euro per sportello, non è ragionevole secondo i nostri criteri”.