Bnl: per Bca Leonardo grande svolta l'eventuale uscita di scena Mps

Inviato da Redazione il Gio, 23/06/2005 - 10:17
La partita su Bnl si sposta oggi all'ombra della torre del Mangia. In giornata si svolgerà il consiglio di amministrazione di Monte dei Paschi. All'ordine del giorno la destinazione della quota dell'istituto della capitale pari al 4,4%. Una quota definita fin dall'inizio del gioco dell'Opa su Bnl ago della bilancia. Mps durante queste settimane non si è fatta invogliare dal salire sulla giostra delle alleanze e ha tirato dritto per la sua strada senza schierarsi a fianco nè dei baschi del Bbva nè di Francesco Caltagirone e Unipol. Gli analisti di Banca Leonardo hanno le antenne drizzate. Qual è il punto cruciale? "Se il cda di Mps decidesse di vendere le azioni Bnl attraverso un'opzione call o put sottoscritta da un gruppo di banche internazionali verrebbe sancita definitivamente l'uscita di Mps dalla partita Bnl e confermerebbe a nostro parere i rumors di un'Opa imminente da parte di Unipol o Finsoe finanziata tramite aumento di capitale al quale Monte dei Paschi non parteciperebbe e si potrebbe ipotizzare anche una separazione definitiva tra Unipol ed Mps", rispondono nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com gli esperti della merchant bank milanese. Dulcis in fundo: "la notizia sarebbe sicuramente positiva per Mps, che si libererebbe dalla spada di Damocle dell'aumento Unipol".
COMMENTA LA NOTIZIA