Bnl, Bbva mantiene le sue posizioni e attacca: "il loro e' un piano virtuale"

Inviato da Redazione il Mar, 19/07/2005 - 08:48
Pronto a incassare la sconfitta, ma senza una dichiarazione di resa. Spiazzato dall'operazione Unipol, ma ancora fiducioso in un esito diverso. Consapevole che se dovesse perdere la partita, l'eventuale cessione delle azioni Bnl al prezzo indicato dalla società assicuratrice gli farà incassare 520 milioni di euro di plusvalenze. Lo spagnolo Bbva risponde a tarda sera alle notizie che arrivano dall'Italia e lo fa con comunicato nel quale annuncia "di mantenere la sua offerta per il cento per cento della Bnl". Che significa? Per rispondere efficacemente alla sfida, l'istituto basco avrebbe dovuto lanciare una controfferta ad un prezzo superiore a quelo annunciato da Unipol. Sceglie invece di mantenere la sua Opa, che scade venerdì e che per ora ha raccolto appena lo 0,074 per cento delle adesioni, contando sull'incertezza che avvolge l'operazione Unipol. "L'offerta di Bbva è attualmente l'unica che, dotata dei mezzi finanziari necessari per portarla a termine e debitamente autorizzata, è indirizzata a tutti gli azionisti di Bnl, senza che ad oggi nessuna offerta sia stata formalizzata nei termini e condizioni prescritti dal diritto italiano", spiega la nota dell'istituto basco diffusa ieri sera. "La società assicurativa Unipol ha reso noto di aver sottoscritto ieri diversi accordi con alcune soggetti finanziari e non finanziari che hanno acquistato negli ultimi mesi azioni di Bnl. Nel comunicato, Unipol riconosce che tale acquisizione concertata la obbliga a promuovere una offerta obbligatoria cash entro i prossimi trenta giorni. Unipol intende promuovere tale offerta al prezzo di 2,70 euro per azione, se ottengono le autorizzazioni dei supervisori e i mezzi finanziari precisi per eseguirla. Non si divulga il contenuto completo degli accordi raggiunti e non si rendono neanche noti i dettagli delle garanzie finanziarie del progetto", sottolineano ancora gli spagnoli.
COMMENTA LA NOTIZIA