1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bnl, arriva l’aumento di capitale da 1,1 mld

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mediobanca e gli istituti del consorzio di garanzia hanno lavorato assiduamente questo fine settimana. Bnl ha rotto gli indugi e ha avviato la procedura per il maxi aumento di capitale da un miliardo. Ieri alle 18 è stato dato il via all’aumento di capitale della Banca Nazionale del Lavoro. I maggiori soci dell’istituto di credito guidato da Luigi Abete, quelli del patto Bbva, Generali, Della Valle nel recente passato non hanno nascosto la loro preferenza per l’operazione rilevante, utilizzando cioé la delega già in possesso del consiglio di amministrazione, un miliardo di euro nominali. E così è stato, grazie anche all’assenso preventivo arrivato all’improvviso da Via Nazionale. L’aumento di capitale avrà valore pari a 1,1 miliardi euro, comprensivo del sovrapprezzo, in opzione ai soci coordinato da Mediobanca e promosso dall’istituto di Piazzetta Cuccia e dalla JP Morgan e sarà effettuato entro l’anno. L’operazione voluta fortemente da Abete avrebbe come obiettivo quello di rafforzare la patrimonializzazione della banca e finanziarne lo sviluppo. Secondo molti tra le ragioni dell’aumento ci sarebbe anche quello di rimettere ordine nell’azionariato, cercando di indebolire il fronte contrario al blocco di controllo. Il presidente Abete ha sempre smentito queste ipotesi. E ieri sottolineando “l’unanimità della decisione dei principali soci”, ha auspicato che “l’atteggiamento favorevole all’aumento di capitale sia condiviso anche dagli altri azionisti rilevanti dalla banca”.