1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Bnl: aperta strada per nuovo intervento Fed sui tassi a inizio 2006

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In linea con le attese di mercato, il Federal Open Market Committee ha alzato i tassi sui Fed Funds di 25 punti base, portandoli al 4,25%. Si tratta del tredicesimo rialzo consecutivo in altrettante riunioni della Fed, con i tassi che proseguono la fase di rialzo avviata nel giugno 2004 dai minimi all’1%. Come mettono in evidenza gli esperti di Bnl Wholesale & International Banking, “la decisione era ampiamente scontata dagli analisti, in un contesto che vede ancora aperti, anche se in misura ridotta, i rischi di un trasferimento dell’inflazione sulla componente core dei prezzi, ed il dato del Pil del terzo trimestre rivisto al rialzo con un tasso di crescita salito del 4,3% rispetto al trimestre precedente”. “Rimane dunque aperta”, proseguono gli analisti della banca romana, “la strada per un nuovo intervento nella prima parte del 2006, con un ulteriore rialzo stimato che porterebbe il tasso di riferimento al 4,50%”. Spostando il focus sull’Europa, lo scorso primo dicembre la Bce ha alzato il tasso di riferimento di 25 punti base portandolo al 2,25%. “Si è trattato”, commentano da Bnl Wholesale & International Banking, “del primo rialzo in cinque anni che fa seguito a trenta mesi di tassi stabili in Eurolandia al 2%. Nonostante le ripetute dichiarazioni del presidente della Bce, Jean-Calude Trichet, i future sull’euribor scontano un nuovo intervento della Banca centrale dell’Eurozona nel primo trimestre del 2006, con il future scadenza marzo 2006 che alle quotazioni attuali ha un tasso implicito del 2,69%”.