1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bnl ancora nella morsa delle vendite

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bnl non riesce a scrollarsi di dosso gli ordini di vendita e così il titolo va giù. L’azione dell’istituto di via Veneto lascia sul campo il 2,03%, passando di mano a 1,835 euro. Forti i volumi: sono infatti già transitate 15 milioni di pezzi contro una media giornaliera delle ultime trenta sedute che si ferma a 13 milioni di pezzi. “La trimestrale di Banca Intesa ha aperto una voragine. Prima c’era ottimismo sul comparto dei finanziari, ora non più. La festa è proprio finita”, commenta un trader. Gli fa eco un analista di una prestigiosa banca milanese, dicendo: “si pensa che l’aumento degli utili finirà per dipendere sempre più dai tagli di costi, un processo che presto incontrerà limiti strutturali. E se confermato da altri istituti di primo piano, il messaggio ridurrà l’appeal dell’intero comparto bancario”. Dunque nessuna speranza? “La differenza, se vogliamo, è che i timori di allora sembravano relativi alla bontà delle trimestrali ora in uscita, mentre ora in realtà si pensa che i problemi potrebbero emergere più avanti nel tempo, magari solo con i conti dell’esercizio 2005”, sostiene l’esperto. Dubbi aperti, che inevitabilmente fanno capolino a piazza Affari. “Il mercato sta monitorando le singole storie di risiko bancario, ma a mio avviso non saranno sufficienti a riportare in auge il comparto”, sostiene un trader. “Bnl da giorni è minata dalla speculazione in merito all’aumento di capitale: in settimana potrebbe fare chiarezza. L’occasione gli è offerta dalla presentazione della trimestrale”.