Bnl: analisti, l'aumento serve a coprire le falle degli Ias

Inviato da Redazione il Mar, 16/11/2004 - 17:27
Quanto vale ora Bnl? Se lo chiedono in tanti dopo che il titolo è entrato in una fase di instabilità in coincidenza con l'annuncio dell'aumento di capitale. "Il valore attuale di Bnl è il 30% inferiore a quello che leggiamo sui monitor oggi" ha fatto sapere un analista che preferisce restare anonimo. "Qual'è lo scopo di questo aumento? Quello di coprire ciò che con l'introduzione dei nuovi principi Ias sarebbe stato palese: ovvero l'incongruenza di alcune poste inscritte in bilancio della banca di Via Veneto con quello che il loro effettivo valore di mercato. Dal 2005 con le nuove metodologie Bnl avrebbe dovuto ridurre il valore di alcuni asset facendo emergere minusvalenze che avrebbero indebolito il patrimonio del gruppo, già non eccessivo in ragione degli attivi rischiosi. Era meglio intervenire prima che si scoprisse il vaso di Pandora, e questo è quello che ha fatto il cda. L'aumento quindi non fornisce nuova linfa alla società, ma risolve una situazione finora rimasta in sospeso, con un effetto che potrebbe essere anche piuttosto diluitivo e creare quindi pressioni al ribasso. Fino appunto al fair value posto un bel 30% più in basso". Nonostante l'incongruenza il titolo però non dovrebbe soffrire molto nei prossimi tempi: "Mi sempre che gli attori in gioco tengano su le azioni con lo scopo di pilotarle vero un valore anche più alto di quello attuale. Questo renderebbe più appetibile un aumento comunque non facile da recepire per un istituto che non ha ancora un piano di rilancio preciso" commenta un altro analista.
COMMENTA LA NOTIZIA