1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Il blitz di Enel in Spagna sorprende gli analisti, la creazione di valore lascia a desiderare

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Enel l’ha spuntata in Spagna. Dopo l’avventura deludente in Francia, dove ha ricevuto la porta in faccia per il suo interessamento su Suez, la società guidata da Fulvio Conti ha annunciato del tutto inaspettatamente di aver acquisito il 10% di Endesa a 39 per azione pare con l’obiettivo di salire al 25%. Una mossa veloce pensata – così pare – per evitare l’ingresso dei tedeschi di E.on in Italia attraverso la controllata Endesa Italia, di togliere dall’isolamento la partecipazione in Viesgo nonchè di favorire il governo spagnolo nell’opposizione ad E.on. “Ci attendiamo una reazione negativa del mercato – commentano gli analisti di Euromobiliare – perché il buyback sul 10% di Enel difficilmente sarà lanciato; il mercato si aspettava piccole acquisizioni in Est Europa-Russia da 10-15 miliardi di euro e in Spagna Enel era interessata ad asset e non a quote di minoranza in società”. “Seppure sia una mossa favorevole alle relazioni con il Governo spagnolo, resta da verificare quali saranno i benefici in ritorno per Enel e se il gruppo sarà disposto a rimanere una minority al fianco di Acciona accettando anche l’eventuale restrizione al diritto di voto”, proseguono alla casa d’affari, che conferma la raccomandazione buy su Enel con target price 8,5 euro. Gli esperti di Euromobiliare si attendono anche possibili risvolti sul fronte ENDESA Italia a seguito di possibili interventi dell’Antitrust e alle clausole di “change of control”. Secondo i loro calcoli l’operazione sarebbe accreative sugli utili per un 2-3% circa, ma restano da spiegare gli obiettivi di questa acquisizione e come avverrà la creazione di valore per gli azionisti.