1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Black Box – Più Alitalia per tutti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

C’è un nuovo gruppo in corsa per Alitalia. Una compagine disposta a spendere svariati milioni di euro per giovarsi dei servigi della compagnia. Air France? Lufthansa? Niente affatto. E’ l’unione dei contribuenti italiani, un ente inesistente che pagherà e non potrà nemmeno accampare rivendicazioni sulla compagnia in futuro.


E’ questo lo scenario che si aprirà se davvero lo Stato italiano, come ha detto il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, si farà carico dei lavoratori che Carlo Toto vede in esubero nella compagnia aerea. Un’apertura insolita, mai paventata prima dai palazzi romani e che magicamente appare quando ormai in gara è rimasta solo AirOne coadiuvata da Intesa. Viene da chiedersi perchè nessuno dei “vecchi” concorrenti tranne il buon Alazraki invochi irregolarità nel processo di aggiudicazione.

 

Per spianare la strada all’ormai unico concorrente, i buchi di Alitalia potrebbero così finire a intaccare le tasche di tutti gli italiani. Ecco perchè: Toto ha già preannunciato ai sindacati 2350 esuberi, che già potrebbero bastare, senza fare però nessuna menzione anche del destino di altri 10mila lavoratori di Az Servizi, di cui Alitalia detiene il 51%. Ora, sono 12350 persone per cui al momento non si intravedono sbocchi occupazionali (e se ci saranno potranno essere solo per pochi di questi). Si profila dunque un bel bocconcino per le casse dello Stato, chiamate a un utilizzo degli ammortizzatori sociali che potrà presumibilmente essere di massa e che potrebbe riguardare anche 450 piloti, i primi cassaintegrati a 200mila euro all’anno della storia italiana.

 

Alla fine forse il “debito” Alitalia uscirà dal perimetro statale, ma continuerà dunque a pesare nei bilanci famigliari. Non sarebbe stato meglio stabilire fin da subito condizioni veramente irrevocabili, fissare un prezzo massimo ragionevole per Alitalia e stabilire la bontà delle offerte sulla base delle condizioni offerte dal punto di vista industriale e occupazionale?

 

Adesso il risultato sarà comunque un introito ridotto senza nemmeno garanzie. Sarà Toto ad aggiudicarsi la compagnia o sarà un altro gruppo, magari anche uno che fino ad ora si è tenuto in disparte, potrà farlo con la minima spesa, senza più avversari in pista con offerte concorrenti e addirittura con l’aiuto dello Stato per limare quegli aspetti del vettore che lo renderebbero meno appettibile. Sotto a chi tocca, è tempo di saldi.