1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Bitcoin, allarme rosso dell’Eba: nessuna garanzia su valore moneta virtuale e niente protezione in caso di perdite

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Nuovo campanello d’allarme circa l’utilizzo del Bitcoin, l’ormai celebre valuta virtuale che quest’anno ha visto un vero e proprio boom del proprio valore. Dopo quello della Banca centrale cinese è arrivato oggi l’avvertimento dell’Autorità bancaria europea (EBA) sulla serie di rischi derivanti dall’acquisto, detenzione o trading di valute virtuali come il Bitcoin. 

L’autorità bancaria europea rimarca come il trading sul Bitcoin non è protetto contro le perdite se il cambio virtuale crolla sottolineando inoltre come i furti di portafogli digitali hanno superato in alcuni casi il milione di dollari. 
Attualmente non esistono specifiche tutele normative dell’Unione Europea che proteggono i consumatori da perdite finanziarie se una piattaforma di scambio di monete virtuali cessi l’attività.

L’EBA rimarca che i consumatori non sono tutelati attraverso la regolamentazione quando si usano le valute virtuali come mezzo di pagamento e possono essere a rischio di perdere i loro soldi. L’autorità bancaria europea ha aggiunto che non vi è alcuna garanzia che i valori di valuta rimangono stabili. “I consumatori dovrebbero essere consapevoli del fatto che le piattaforme di scambio tendono ad essere non regolamentate – si legge nella nota dell’Eba – e non sono le banche che detengono la loro moneta virtuale come deposito”. 

L’Eba ha anche ricordato come le transazioni in moneta virtuale offrono un alto grado di anonimato, possono essere oggetto di abuso per le attività criminali, tra cui il riciclaggio di denaro. “Questo uso improprio – ammonisce l’Eba – potrebbe portare le forze dell’ordine a chiudere piattaforme di scambio con breve preavviso e impedire ai consumatori di accedere o di recuperare eventuali fondi che le piattaforme detenevano per loro”.
Per sapere di più sul Bitcoin clicca qui.