1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

La BIS teme per le sorti delle banche (Fondionline.it) -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avendo sperimentato negli ultimi tassi di interesse reali, vale a dire, scontata l’inflazione, prossimi allo zero o addirittura negativi, le imprese non hanno mai smesso di ricorrere alle emissioni obbligazionarie e ad altre forme di indebitamento per finanziarsi. ‘L’emissione internazionale di bond ha continuato a crescere a ritmi significativi nel secondo trimestre, raggiungendo un totale di un bilione di dollari, che si traduce in un incremento annuo del 18%’, si legge nel rapporto. Le imprese non- finanziarie sono state responsabili del 48% delle emissioni globali di bond registrate durante il secondo trimestre. Le società statunitensi hanno alimentato il mercato obbligazionario con titoli per un valore di 200.000 milioni di Usd (dato che si traduce in un incremento del 25% rispetto allo stesso periodo del 2006). In Europa, il BIS descrive i dati con un ‘eccezionalmente robusti’, con collocamenti per 158.000 milioni di Usd. Il risultato di quest’effervescenza è che il debito totale sui mercati finanziari ascende a 20 bilioni di Usd (ammontare doppio rispetto a quattro anni addietro). A cura di www.fondionline.it.