1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Birra: SabMiller diventa preda, AB InBev prepara maxi-acquisizione da 122 mld $

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Da predatore a preda. Fallito l’assalto a Heineken, SabMiller rischia di finire nel mirino di Anheuser-Busch InBev NV, leader mondiale nel settore della birra. Secondo le ultime indiscrezioni il colosso belga che controlla i marchi Budweiser e Corona starebbe parlando con le banche per il finanziamento di questo potenziale megadeal da circa 122 miliardi dollari per acquistare rivale mondiale della birra SABMiller PLC. A riportare le cifre della possibile offerta è oggi il Wall Street Journal che rimarca come al momento non siano ancora in atto colloqui tra i due colossi della birra. 
 
Il prezzo di acquisto di SABMiller, che detiene i marchi Foster, Peroni e Miller, sarebbe di gran lunga superiore ai 52 miliardi di dollari delll’acquisizione di InBev di Anheuser-Busch nel 2008. L’unione dei due leader mondiali della birra porterebbe a un colosso con una quota di mercato di quasi il 30% (19,7% attualmente AB InBev e 9,6% SabMiller). L’acquisto di SABMiller permetterebbe ad AB InBev di divenire leader di mercato in Colombia e Perù, così come molti paesi in Africa dove il produttore della Budweiser ha al momento poca presenza.
Dal canto suo SabMiller non si sarebbe arresa sul fronte Heineken. Dopo il rifiuto arrivato domenica dall’Olanda della prima offerta, SabMiller sarebbe quindi pronta a sferrare un nuovo attacco. 
A Londra le azioni SabMiller ieri sono schizzate in avanti di quasi il 10% proprio sulle attese per un possibile assalto da parte di Ab InBev dopo il rifiuto di Heineken.