1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Birra: AB InBev acquisterà SABMiller per 96 miliardi di euro, accordo record

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Maxi operazione di M&A nel mondo della birra. La britannica SABMiller ha accettato, dopo diversi rifiuti, di essere acquistata dal numero uno mondiale del settore, la belga-brasiliana Anheuser-Busch InBev (AB InBev), per 68 miliardi di sterline, vale a dire 96 miliardi di euro. Si tratta di una delle principali operazioni di acquisizione della storia e di un accordo record nel settore della birra a livello internazionale, che riunirà i tre principali marchi di bionde al mondo sotto un unica società. 
 
I consigli di amministrazione delle due società hanno raggiunto un accordo di principio sui termini chiave della possibile offerta definitiva. AB InBev, il maggiore maggiore produttore di birra al mondo che conta tra i suoi marchi Budweiser, Corona e Stella Artois, offrirà 44 sterline per azione in contanti per acquistare il suo principale concorrente, alzando nuovamente la posta. L’ultima offerta infatti si aggirava intorno ai 43,50 sterline. Il prezzo rappresenta un premio del 50% rispetto al valore di chiusura di SABMiller il 14 settembre, il giorno prima che le società rivelasse le trattative in corso per un’offerta potenziale.
L’operazione permetterà ad AB InBev di acquisire importanti marchi della birra, tra cui l’italiana Peroni, che gli garantiranno circa la metà dei profitto dell’intero settore a livello mondiale. 
 
Dopo anni di speculazioni, l’operazione ha visto un’accelerazione nell’ultimo periodo, sui timori dell’impatto per il rallentamento economico nei mercati emergenti, come Cina e Brasile. L’accordo, sebbene provvisorio, arriva dopo due settimane di negoziati intensi e di tiramolla sul prezzo. SABMiller infatti ha riufiutato per ben tre volte le avance di AB InBev, considerando le diverse offerte insufficienti. SABMiller ha fatto sapere che ora è pronta a consigliare l’operazione.