Birmania: la Ue sospende le sanzioni ma Suu Kyi non siede ancora in Parlamento

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo le elezioni nel parlamento birmano di Aung San Suu Kyi, esponente del movimento democratico in opposizione al regime militare al governo da mezzo secolo, l’Unione Europea ha deciso di sospendere la maggior parte delle sanzioni contro il Myanmar, in riconoscimento degli sforzi fatti verso la democratizzazione del Paese. Tale sospensione, che non riguarda l’embargo contro le armi birmane, entrerà in vigore alla fine di questa settimana e permetterà alle compagnie europee di tornare ad investire del Paese, che possiede significative risorse naturali e si trova in posizione strategica rispetto a Cina e India.
La sospensione delle sanzioni, secondo il sito internet della BBC, sarà portata avanti comunque, nonostante Aung San Suu Kyi abbia rifiutato di prestare giuramento con la formula che prevede di “salvaguardare” la costituzione del regime militare, chiedendo che tale formula fosse modificata con la parola “rispettare”. Al momento quindi Suu Kyi e i suoi colleghi di partito non siedono materialmente nel Parlamento birmano.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…