1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bioera: ok Consob a pubblicazione prospetto, forchetta a 5,8-7,8

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bioera, società controllata all’80% dalla famiglia Burani, scalda i muscoli per lo sbarco in Borsa. Da una nota diramata dalla società si apprende che è stato ricevuto il “nulla osta” della Consob al deposito e alla pubblicazione del prospetto informativo. L’offerta globale riguarda un massimo di 2.308.750 di azioni ordinarie (26% circa del capitale sociale), ad esclusione della cosiddetta “greenshoe”, di cui massime 2.062.500 azioni emesse in esecuzione di un aumento di capitale sociale e massime 246.250 poste in vendita dagli azionisti venditori. L’offerta globale consiste in un’offerta pubblica di vendita e sottoscrizione (Opvs) di un minimo di 346.000 azioni al pubblico indistinto in Italia con esclusione degli investitori professionali e in un contestuale collocamento istituzionale di un massimo 1.962.750 azioni rivolto a investitori professionali in Italia e ad investitori istituzionali all’estero, ad esclusione di Usa, Canada, Australia e Giappone. E’ prevista la concessione da parte di alcuni azionisti della società a favore del coordinatore dell’offerta di un’opzione per la vendita – la “greenshoe” – di ulteriori massime 343.750 azioni, che, se integralmente esercitata, porterà il flottante al 29,7% del capitale sociale. L’Opvs avrà inizio il 21 luglio il terminerà il 22 luglio. Borsa Italiana ha disposto l’ammissione delle azioni ordinarie Bioera alle negoziazioni sul Mercato Expandi, mentre la data d’inizio verrà stabilita con successivo provvedimento. Banca Caboto è coordinatore dell’offerta globale, listing partner, responsabile del collocamento per l’offerta pubblica, lead manager e sole bookrunner del collocamento istituzionale. Da ricordare che Bioera nel 2004 ha realizzato un risultato operativo lordo consolidato pari a 5,4 milioni di euro (+36,4% rispetto al 2003)e un utile netto consolidato a quota 2,1 milioni. Da un estratto del prospetto informativo pubblicato oggi da alcuni quotidiani si apprende inoltre che la forchetta di prezzo è stata individuata tra 5,8 e 7,8 euro per azione.