1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Biocombustibili: alimenti o energia? (Fondionline.it)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il dibattito sulla responsabilità umana nel cambio climatico ha fornito una sensibile accelerazione allo sviluppo di fonti di energia amiche dell’ambiente. Tuttavia, la produzione di alcune di queste fonti alternative pone dei problemi di difficile soluzione. Nel caso del bioetanolo, per esempio, ci troviamo dinanzi ad un bivio: destinare la risorsa primaria all’alimentazione o alla produzione di biocombustibile? Coltiveremo enormi superfici destinate a soddisfare la crescente domanda di biocombustibili, a detrimento della produzione di alimenti?.
L’OECD e la FAO pronosticano che negli Usa la produzione di etanolo, e di conseguenza quella del mais, si duplicherà nei prossimi dieci anni. Conseguentemente, nel 2016 il 32% della produzione totale sarà destinata all’ottenimento di combustibile (rispetto al 20% del 2006). Nell’Unione Europea, laddove il biodiesel è stato storicamente più importante, le aspettative puntano ad un aumento della produzione di mais (la crescita dovrebbe far lievitare di dodici volte la superficie destinata alla coltivazione di questo cereale). (segue)