1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Mondo ›› 

Bilancio Bce: nel 2018 cresce l’utile netto di 0,3 miliardi di euro, ammontare pari a 1575 milioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Cresce l’utile netto della BCE portandosi a 1,6 miliardi nel 2018 (1,3 miliardi nel 2017), registrando una crescita di 0,3 miliardi di euro.

Il bilancio 2018 della Banca centrale europea evidenzia una crescita di 301 milioni di euro dell’utile dell’esercizio, che si porta a 1.575 milioni, principalmente in ragione dell’incremento degli interessi attivi netti percepiti sul portafoglio in dollari statunitensi e sul portafoglio del Programma di acquisto di attività (PAA). Nel dettaglio, come si legge in una nota della banca, nel 2018 si rilevano interessi attivi netti per 2.277 milioni di euro (1.812 milioni nel 2017).

Le perdite realizzate su operazioni finanziarie ammontano a 77 milioni di euro (161 milioni di utili realizzati nel 2017), mentre le svalutazioni sono pari a 69 milioni di euro (105 milioni nel 2017), soprattutto per effetto della riduzione del valore di mercato di alcuni titoli detenuti nel portafoglio in dollari statunitensi parallelamente all’incremento dei relativi rendimenti. I contributi a carico dei soggetti vigilati ammontano a 518 milioni di euro (437 milioni nel 2017). Tali contributi sono richiesti per coprire le spese sostenute dalla BCE nell’assolvimento delle funzioni di vigilanza. L’aumento registrato nel 2018 è connesso in prevalenza ai lavori per le valutazioni approfondite e per le prove di stress dell’Autorità bancaria europea. Le spese per il personale si collocano a 515 milioni di euro (535 milioni nel 2017), registrando una riduzione dovuta a un onere non ricorrente rilevato nel 2017 in relazione ai benefici successivi al rapporto di lavoro, agli altri benefici a lungo termine e ai benefici per la cessazione del rapporto di lavoro erogati al personale della BCE. Le altre spese di amministrazione sono aumentate a 599 milioni di euro (539 milioni nel 2017), soprattutto a causa dell’incremento delle spese relative alle funzioni di vigilanza della BCE.

Il Consiglio direttivo ha deliberato di distribuire l’utile residuo, pari a 384 milioni di euro, il 22 febbraio 2019. Il totale dello stato patrimoniale della BCE è cresciuto dell’8%, collocandosi a 447 miliardi di euro (414 miliardi nel 2017), principalmente per effetto dei titoli acquistati nell’ambito del PAA.