1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bianchi: il ministro frena su Alitalia. “Lo Stato resti azionista”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Il numero di coloro che si sono presentati è elevato. Mi auguro che ci siano anche programmi di alto livello”. Con queste parole Romano Prodi ha commentato le offerte alla compagnia di bandiera. Alitalia ieri ha fatto registrare i massimi livelli in Borsa dall’aprile del 2006 dopo le 11 manifestazioni di interesse presentate al Governo. Il mercato ieri ha premiato il titolo della compagnia con un +3,56% e uno scambio di azioni pari al 12,7% del capitale. Qualche preoccupazione presso i concorrenti hanno destato le parole del ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi, secondo cui il Tesoro farebbe bene a tenere una “quota significativa” di Alitalia, superiore al 5% ma sotto il 20%. Il ministro ha anche indicato quali potrebbero essere le tre fasi della privatizzazione, ovvero la ricerca di un investitore disposto a mettere in campo 3 miliardi di euro, l’ingresso di un “esperto del settore” e un’allenza internazionale “non necessariamente europea”. Ricevuto il gran numero di offerte, il Tesoro valuterà nei prossimi dieci giorni le potenzialità degli acquirenti. Entro marzo i concorrenti dovranno presentare le offerte non vincolanti, un piano industriale e un prezzo d’acquisto indicativo. Tra coloro che mostreranno di rispettare i requisiti, il Tesoro sceglierà con chi in aprile intavolare una trattativa. Questi al termine potranno fare le offerte vincolanti tra cui il Governo sceglierà.