1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Bhp Billiton si rivolge direttamente ad azionisti di Potash, bid ostile da 40 mld $

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bhp Billiton non demorde e porta avanti l’offerta per Potash Corporation. Il gruppo minerario numero uno al mondo con una capitalizzazione di 188 mld di dollari non si ferma davanti al secco no alla proposta di takeover arrivato ieri dal board del colosso canadese dei fertilizzanti. Bhp ha annunciato oggi che si rivolgerà direttamente agli azionisti di Potash con un’offerta ostile che si protrarrà fino al prossimo 19 ottobre (con possibilità di proroga).


L’offerta, totalmente cash, è di 130 dollari per ogni azione Potash con una valorizzazione complessiva di circa 40 mld di dollari. “Crediamo fermamente che gli azionisti di Potash troveranno l’offerta cash, a premio del 32% rispetto alla media di quotazione degli ultimi 30 giorni”, sono le parole del presidente di Bhp, Jacques Nasser. L’acquisizione, rimarca la nota di Bhp, accelererà l’ingresso nell’industria dei fertilizzanti. L’acquisizione risulterebbe accrescitiva per gli utili di Bhp nel secondo anno fiscale dopo il consolidamento. Bhp Billiton intende mantenere gli attuali livelli occupazionali in Canada e intende inserire un componente canadese nel board di Bhp. I costi totali dell’operazione sono stimati in 43 mld di dollari. La politica di dividendi non verrà intaccata da questa operazione.

La società canadese leader nel settore dei fertilizzanti ha annunciato ieri di ritenere “inadeguata e non nell’interesse degli azionisti” la proposta di Bhp. Dallas J. Howe, presidente di Potash, ha rimarcato come l’offerta “non riflette il valore della posizione che la società occupa in un settore strategico e con ineguagliabili prospettive future. Potash è la compagnia meglio posizionata per raccogliere le opportunità di crescita che offre il settore dei fertilizzanti”. Il settore attraversa una fase di consolidamento con ottime prospettive in virtù principalmente delle attese di aumento della popolazione mondiale e di conseguenza della crescita della domanda di cibo, che si abbina anche alla carenza di scorte di grano. 


Ieri il titolo Potash è salito a New York a quota 143,17 dollari, con il mercato che quindi puntava su un possibile rilancio di Bhp. Gli analisti di Ubs oggi hanno portato il prezzo obiettivo di Potash a 170 dollari dai 120 precedentemente indicati, con rating buy confermato. Valutazione decisamente superiore ai 130 dollari offerti da Bhp. Ubs rimarca come Potash Corp sia ben posizionata per far meglio del mercato grazie ai suoi assets di primo livello.