Bernheim attacca: "Battaglia in corso su Generali"

Inviato da Marco Barlassina il Mar, 20/11/2007 - 08:25

"C'è una battaglia in corso e la combatterò fino in fondo". Anche Antoine Bernheim decide di scoprire le carte sulle critiche alla governance ricevute dal fondo Algebris e le esternazioni del presidente del gruppo Triestino spalancano uno scenario che finora poteva solo essere ipotizzato, quello di uno scontro in corso per la maggiore compagnia assicurativa italiana. La mossa del fondo di Davide Serra coprirebbe dunque altri interessi, proprio ciò che Algebris aveva escluso nel suo incontro con la stampa a Milano solo due settimane fa. E' stato lo stesso Bernheim, ieri a Parigi per la consegna della Legion d'Onore da parte del presidente francese Nicolas Sarkozy, a farlo capire, specificando che a suo giudizio la lettera inviata da Algebris "vede coinvolti anche degli italiani".

E ieri UniCredit, per bocca dell'ad Alessandro Profumo, ha confermato di essere socia del fondo Algebris attraverso la controllata nel risparmio gestito Pioneer. Una presenza che però, secondo indiscrezioni riportate dal Sole 24 Ore, si accompagnerebbe a quella di altre tra le banche più importanti del Paese, segnatamente Intesa Sanpaolo e Monte dei Paschi.

Intanto ieri è stata una giornata difficile per tutti i titoli assicurativi europei dopo che il più grande riassicuratore del mondo, Swiss Re, ha reso note svalutazioni per 1,2 miliardi di franchi, lasciando intendere che la crisi sub-prime potrà riflettersi anche sui bilanci delle compagnie oltre che su quelli delle banche. Nella serata di ieri è così arrivata una nota dell'Isvap, l'Istituto per la vigilanza della compagnia di assicurazioni italiane, in cui è stato chiarito che "l'esposizione del sistema assicurativo italiano al rischio subprime, al 30 settembre, ammontava - su base diretta e indiretta - a 810 milioni di euro, con un'incidenza dello 0,19% sul totale delle riserve tecniche per 433 miliardi di euro.

COMMENTA LA NOTIZIA