Bernanke risponde a Lagarde sugli squilibri causati dal QE

Inviato da Floriana Liuni il Dom, 14/10/2012 - 17:15
"Non è detto che le politiche accomodanti nelle economie avanzate causino costi alle economie emergenti". Così Ben Bernanke durante un seminario tenutosi a Tokyo, durante il quale il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale aveva affermato che le politiche di allentamento quantitativo potrebbero essere causa di volatilità, bolle speculative e squilibri finanziari. Secondo Bernanke, anche gli studi fel FMI non hanno reso chiaro quali siano i fattori dietro i movimenti di capitali nei mercati emergenti, sottintendendo che non è automatico imputare gli squilibri a politiche simili a quelle recentemente operate dalla Fed e aggiungendo che il rimbalzo avvenuto nelle economie emergenti rispetto alla crisi globale è un ulteriore incoraggiamento a queste politiche. Quanto al mercato del lavoro, secondo il numero uno della Fed l'attuale ritmo di crescita non ha portato significativi benefici all'occupazione. "La Fed prenderà tutte le azioni necessarie per indurre una più forte ripresa economica in un contesto di stabilità dei prezzi", ha detto infine Bernanke.
COMMENTA LA NOTIZIA