Bernanke: Fed pronta a mettere in campo nuove misure per rilanciare l'economia

Inviato da Daniela La Cava il Mer, 05/10/2011 - 09:41

La Federal Reserve (Fed) è pronta ad agire e fare ulteriori passi a sostegno della ripresa economica se fosse necessario, ma anche il Congresso deve metterci del suo per scongiurare una nuova possibile caduta in recessione. Questo  in sintesi il messaggio lanciato ieri da Ben Bernanke, numero uno della banca centrale americana, nel corso del discorso di fronte al Congresso a Washington. Si tratta della prima uscita pubblica di Bernanke dopo l'annuncio dell'operazione Twist lo scorso 21 settembre.
Le parole di Bernanke, ma soprattutto le indiscrezioni riportate dal Financial Times secondo il quale i ministri delle finanze dell'Eurozona avrebbero deciso di agire per ricapitalizzare le banche europee, hanno sostenuto i listini Usa che hanno terminato la seduta in rialzo. L'indice Dow Jones ha archiviato la giornata in progresso dell'1,44% a 10.808,71 punti, +2,25% per lo S&P che è salito a quota 1.123,95 e +2,95% per il Nasdaq che raggiunge i 2.404,82.

Fed: pronta ad agire, se necessario
"Continueremo a monitorare da vicino gli sviluppi dell'economia e siamo pronti a portare avanti nuove azioni appropriate per promuovere una più forte ripresa economica in un contesto di stabilità dei prezzi". La bufera che si è abbattuta sui mercati finanziari internazionali, alle prese con la crisi del debito in Europa e con un rallentamento dell'economia Oltreoceano, potrebbe in serio pericolo la ripresa. Per questa ragione il Governatore della banca centrale Usa ha invitato il Congresso statunitense a non compromettere la ripresa con politiche di bilancio errate. Soprattutto perché dal mercato occupazionale non arrivano segnali incoraggianti. "Probabilmente uno dei fattori principali che ha contribuito a deprimere la fiducia dei consumatori sono state le deludenti performance del mercato occupazionale", rimarca Bernanke aggiungendo che "i recenti indicatori mettono in evidenza che potrebbe esserci un ristagno del mercato del lavoro nei mesi a venire".

In settimana nuovo test per il mercato del lavoro statunitense
Qualcosa di più sullo stato di salute in cui versa il settore occupazionale a stelle e strisce si saprà nel corso della settimana, in particolare venerdì prossimo. Dopo le deludenti indicazioni degli ultimi mesi, a settembre è atteso un moderato miglioramento con la creazione di 60 mila nuovi posti di lavoro nei settori non agricoli rispetto alla variazione mensile nulla registrata ad agosto. Il tasso di disoccupazione è atteso stabile al 9,1%. I dati verranno diramati dal Dipartimento del Lavoro statunitense venerdì 7 ottobre. Un primo assaggio arriverà in giornata (alle 14.15 ore italiane), quando verrà diffusa la stima Adp sull'occupazione nel settore privato.

COMMENTA LA NOTIZIA