1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Beni Stabili: Mazzocco, bond emesso per cogliere nuove occasioni in Italia

QUOTAZIONI Beni Stabili
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il bond convertibile da 476,5 milioni di euro emesso qualche giorno fa da Beni Stabili, e offerto in opzione ai soci, rappresenta la provvista di si vuole dotare la società per raccogliere le nuove opportunità che si presenteranno sul mercato, senza però tradire la linea di gestione fin qui impostata. Lo ha spiegato oggi l’amministratore delegato Aldo Mazzocco in un incontro con la stampa, nel quale ha sottolineato che il bond è “ricaricamento finanziario dell’azienda per continuare a crescere in modo aggressivo” perché nel settore immobiliare “si riapre una buona stagione per gli acquisti” in un momento di pausa del mercato. Ma l’eventuale futura campagna acquisti della società dovrebbe essere sempre nel mercato domestico, e senza “avventure” all’estero, ha precisato Mazzocco. “Non pensiamo né ad un allargamento dello spettro delle nostre attività, né ad espanderci in altri paesi: la coerenza strategica dell’azienda resta immutata” e i nuovi target dovrebbero essere concentrati quindi ancora negli immobili adibiti ad uffici nel Belpaese. “Si apre una stagione di dismissione da parte degli enti locali – ha spiegato l’ad – dotati di portafogli immobiliari molto
belli. Credo che li metteranno in vendita e verranno fuori delle cose significative”. Tornando al prestito, c’e’ la sensazione che l’operazione sia stata giudicata molto interessante” ha detto Mazzocco. Merrill Lynch si è comunque impegnata a sottoscrivere l’eventuale quota inoptata. Il capitale di Beni Stabili e’ in mano principalmente a fondi stranieri istituzionali (40,7%), alla Delfin di Del Vecchio (34,9%), al retail italiano (8,8%) e a investitori istituzionali del nostro paese (5,5%).