1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bene Camfin, debole Eni e in picchiata Recordati

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Eni (-1% se non si tiene conto dello stacco del dividendo) è stata oggetto dell’attenzione della comunità finanziaria nella prima sessione di Borsa dell’ottava non soltanto per lo stacco della cedola ma anche per avere risentito, insieme con Saipem (-1,52%), del ritracciamento del greggio sui mercati delle materie prime e della generale debolezza dei titoli petroliferi a livello internazionale. Questa volta però non si è accodata ai titoli petroliferi Tenaris, che ha invece terminato in progresso dello 0,63%. Mondadori (+3,33%) si è distinta per avere messo in cantiere una delle migliori performance del listino delle 40 blue chip milanesi. Dovrebbe essere questa, secondo le ultime indiscrezioni stampa, la settimana giusta per la definizione dell’accordo tra Emap e Mondadori in merito all’acquisizione da parte di quest’ultima dell’intero capitale sociale di Emap France, società operante nel settore periodici nel mercato francese. Tra i titoli migliori anche i finanziari Capitalia (+2,28%), Fondiaria-Sai (+2,77%) e Banca Monte dei Paschi di Siena (+2,74%). Sull’azione del gruppo di Rocca Salimbeni gli analisti di Credit Suisse First Boston hanno confermato il rating “outperform”, con prezzo obiettivo a quota 5,40 euro. A Piazza Affari a catturare gli sguardi degli investitori è stata Camfin, che ha chiuso con un incremento di oltre il 4%. La holding che controlla Pirelli ha annunciato di avere siglato con Gaz de France un accordo per la costituzione di una joint venture nel settore del gas naturale in Italia. Seduta da dimenticare invece per Recordati, che ha lasciato sul campo il 12,51%. In giornata, come ha fatto sapere anche la stssa società attiva nel settore farmaceutico, sono state adottate misure cautelari personali nei confronti di tre funzionari del gruppo, tra cui il direttore generale farmaceutico, che, sottoposto agli arresti domiciliari, ha rinunciato ai suoi incarichi. Recordati ha inoltre precisato che, contrariamente a quanto riportato da alcune fonti di stampa, l’indagine non riguarda il vicepresidente del consiglio di amministrazione, Alberto Recordati. La società ha infine confermato la propria estraneità rispetto ai fatti contestati. Ha avuto luogo oggi lo spin off di Management & Capitali (M&C) da Cdb Web Tech. Il titolo della società della galassia De Benedetti specializzata sugli investimenti in progetti di turnaround ha debuttato a Piazza Affari chiudendo con un balzo pari al 18%, a 1,18 euro. Agli azionisti di Cdb Web Tech sono andate le azioni M&C nel rapporto di 1 azione M&C ogni 2 azioni ordinarie Cdb Web Tech possedute. Lo spin-off ha riguardato l’intera partecipazione di 50 milioni di euro detenuta in M&C. Tuttavia, Cdb Web Tech ha perso quasi il 20%