1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Bene bancari e Enel, proseguono realizzi su Finmeccanica

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel Mib30, a guidare i rialzi sono stati soprattutto i titoli del comparto bancario, che hanno rimbalzato dopo le perdite accusate nelle ultime sessioni. I titoli campioni di incassi sono stati Banca Intesa, Banca Mps e SanPaolo Imi. Quest’ultima azione ha tratto spunto dal giudizio degli analisti di Ubs, che hanno alzato la raccomandazione a “buy”. Tra i pochi titoli del settore bancario che hanno archiviato la sessione in rosso, si segnala Unicredit, che, in seguito alle indiscrezioni che la indicavano come pronta a lasciare perdere l’acquisizione della Banca del Gottardo, ha dichiarato di non avere ancora preso una decisione in proposito. In netto rialzo Fiat, dopo che in mattinata è uscito il dato sulle immatricolazioni di auto, che ha visto salire la quota del Lingotto in Italia al 30,9% nel mese di gennaio, contro attese degli analisti per un più contenuto 30,7%. A spingere in avanti il mercato azionario italiano è stato anche il rialzo di Enel. Dopo le decisioni sui nuovi livelli tariffari per il quadriennio 2004-07 varati dall’Authority per l’Energia, l’impatto negativo sul fatturato 2004 di Enel dovrebbe attestarsi intorno al 4,3%. Il giro d’affari dovrebbe flettere quindi dai 4,9 miliardi di euro del 2003 ai 4,7 del 2004. Ad annunciarlo è stato la stessa società guidata da Paolo Scaroni per mezzo di una nota. Intanto, gli analisti di Citigroup hanno rivisto al rialzo il giudizio sul titolo del colosso elettrico Enel portandolo a “buy”. In lettera i due titoli telefonici quotati al listino principale, Tim e Telecom, che hanno tuttavia fatto registrare perdite inferiori se rapportate a quelle dei principali competitor europei. Rosso intenso per Finmeccanica, sulla quale sono continuate le prese di beneficio da parte degli investitori, dopo il rally intrapreso nelle recenti sedute. In deciso calo anche il titolo difensivo Autostrade. All’interno del listino del Midex, va segnalato l’exploit di Fondiaria-Sai, che ha così festeggiato l’inizio di copertura da parte degli analisti di Ubs, che hanno esordito con un rating “buy” e con un target price a quota 24 euro, livello che incorpora ai prezzi attuali (18,75 euro) un rialzo del 30% circa.