Bce: Trichet, nel medio termine rimane rischio inflazione

Inviato da Redazione il Mer, 06/06/2007 - 15:12
Crescita economica più forte del previsto con rischio inflazione sempre dietro l'angolo. Jean-Claude Trichet, presidente della Bce, fa il punto sullo stato dell'economia di Eurolandia durante la conferenza stampa a seguito della decisione di alzare i tassi di riferimento al 4%. Il numero uno della Bce ha snocciolato le nuove stime di crescita per l'anno in corso e per il 2008 rimarcando come la crescita sia "più forte del previsto". Per quest'anno le attese sono di una crescita del pil tra il 2,3 e il 2,9%, mentre il range si allarga tra +1,8% e +2,8% per il 2008. Guardia sempre alta sul fronte inflazione. "Ancora rischio inflazione nel medio termine", ha affermato Jean-Claude Trichet, sottolineando come la banca centrale europea continuerà a monitorare da vicino il rischio prezzi. "Continua ad esserci la possibilità che la crescita dei prezzi nell'immobiliare abbia nel medio termine un impatto sui prezzi al consumo", ha aggiunto Trichet. Le attese sono di un'inflazione dell'1,8-2,2% nel 2007, +1,4% e +2,6% nel 2008.
COMMENTA LA NOTIZIA