1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Bce: tassi interesse fermi allo 0,25%, attesa ora per Draghi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Nessuna mossa a sorpresa da parte della Banca centrale europea (Bce). Il consiglio direttivo della Bce ha confermato la sua politica monetaria, mantenendo i tassi di interesse fermi al minimo storico dello 0,25%, come da attese. L’istituto di Francoforte aveva tagliato il costo del denaro nella riunione dello scorso novembre (dallo 0,50% allo 0,25%), e prima ancora la sforbiciata era avvenuta nel maggio 2013 (dallo 0,75% allo 0,50%). 
Politica monetaria confermata anche per la Bank of England (BoE). Nella riunione odierna, l’istituto inglese ha lasciato i tassi di interesse invariati al minimo storico dello 0,50%, in linea con le aspettative del mercato. Il costo del denaro è fermo su questi livelli dal 2009. La banca centrale britannica ha anche confermato il piano di acquisto asset a 375 miliardi di sterline.
Ora l’attesa è per la conferenza stampa del governatore della Bce, Mario Draghi, in programma alle 14.30 ore italiane, da cui potrebbe giungere qualche spunto alla luce degli ultimi dati macro. In particolare preoccupa l’inflazione, scesa ancora a dicembre allo 0,8%. Gli attuali livelli, sempre più lontani dal target della Bce del 2%, scatenano timori di deflazione. Per questo alcuni analisti non escludono una mossa della Bce nei prossimi mesi, se l’inflazione dovesse ancora diminuire. Draghi però si dovrà confrontare con un nuovo consiglio direttivo. Questa prima riunione del 2014 ha infatti visto l’ingresso del presidente della banca lettone, Ilmars Rimsevics (a seguito dell’ingresso della Lettonia nell’Eurozona a partire dal primo gennaio) e della vicepresidente della BundesBank, Sabine Lautenschlager, che ha preso il posto di Jorg Asmussen, entrato nel neo governo Merkel. 
Commenti dei Lettori
News Correlate
MACROECONOMIA

Market mover: l’agenda macro della giornata

Inizio di settimana povero di indicazioni. L’agenda macro di oggi prevede nel corso della mattina il dato sulle vendite al dettaglio in Italia. In particolare: 08:30 basso FRA Bca Francia …

DATI MACRO

Usa: sotto le attese la crescita delle retribuzioni orarie

Delude il dato sulla crescita delle retribuzioni orarie negli Usa, guardato con attenzione dal mercato e dalla Fed per gli indizi che offre sulle pressioni inflazionistiche. A novembre le retribuzioni …