1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Bce, tassi fermi. Parola ora a Mario Draghi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Nessuna mossa a sorpresa da parte della Banca centrale europea (Bce). Rispettando le attese della vigilia, nella riunione odierna il consiglio direttivo dell’istituto di Francoforte ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca rimarranno invariati rispettivamente allo 0,05%, allo 0,30% e al -0,20 per cento.
Adesso si attende l’avvio della conferenza stampa del presidente Mario Draghi durante la quale verranno illustrati i motivi di tali decisioni. La conferenza stampa prende il via alle 14.30. Durante il suo intervento l’ex governatore di Bankitalia presenterà anche le nuove previsioni di crescita e sull’inflazione elaborate dagli economisti della Bce, che dovrebbero prendere in considerazione l’andamento dell’inflazione negli ultimi mesi. Tra i temi di discussione anche l’incertezza e i timori circa le implicazioni per l’area euro dagli sviluppi in Cina“. 
Le Borse europee hanno continuato a percorrere la strada rialzista dopo la decisione dell’Eurotower, ampiamente attesa dai mercati. Dopo le 14, il Ftse 100 e il Dax salgono rispettivamente dell’1,37% e dell’1,60%, mentre il listino francese Cac40 avanza dell’1,10 per cento. Anche Piazza Affari avanza verso quota 22 mila punti: in questo momento il Ftse Mib sale dell’1,38% a 21.910,79 punti. 
Sul mercato valutario, il cambio euro/dollaro viaggia in area 1,1237. “Indicazioni di disponibilità a potenziare il QE in caso di deterioramento dello scenario globale e di aumento dei rischi verso il basso sull’area euro dovrebbero agire a favore del dollaro, soprattutto se la Bce rivedrà contestualmente al ribasso le stime di crescita e/o inflazione”, commentano gli esperti dell’ufficio studi di Intesa Sanpaolo nella “forex flash” diffusa stamattina.