1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Bce: taglio tassi rimandato a marzo, allo studio nuovi interventi per aiutare mercato del credito

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Economia debole anche nei prossimi trimestri con incertezza ancora elevatissima. Scenario ancora difficile quello tratteggiato ieri dal numero uno dell’Eurotower, Jean-Claude Trichet, nella conferenza stampa di accompagnamento alla decisione di mantenere i tassi di Eurolandia invariati. Il mercato punta su una riduzione del costo del denaro nell’ordine dello 0,5% il prossimo mesi. Tra le possibili mosse in arrivo ci potrebbero essere interventi per aiutare il mercato creditizio. Tra le ipotesi allo studio c’è l’acquisto di obbligazioni pubbliche o private in un contesto non di allentamento quantitativo (uantitative easing), possibile solo con tassi prossimi allo zero, ma di allentamento creditizio (credit easing) in un momento molto difficile per il credito.
La Banca centrale europea (Bce) non vede di buon occhio l’emissione di bond dell’Unione europea. “Da quel che ne so – ha detto Trichet – il consiglio non è favorevole a operazioni di questo tipo”. Trichet ha aggiunto che, del resto, un ruolo simile lo svolge già la Bei.