Bce pronta a fissare un tetto allo spread. Germania di nuovo in pressing su Atene

Inviato da Titta Ferraro il Lun, 20/08/2012 - 08:38

Eurotower pronta a fissare un tetto massimo oltre il quale non potranno spingersi gli interessi dei titoli di stato dei Paesi in difficoltà. E' questa la mossa al vaglio dell'istituto centrale europeo che dovrebbe prendere una decisione in merito nella prossima riunione del direttivo in agenda il 6 settembre. Secondo quanto riportato ieri da settimanale tedesco Der Spiegel, la fissazione di questo "tetto" darebbe agli investitori un chiaro segnale del livello massimo di tassi tollerato dalla Bce andando a scoraggiare la speculazione sui titoli di stato periferici, in particolare quelli spagnoli e italiani.

Spagna: serve programma acquisto bond senza limiti
Intanto Madrid continua ad attendere i dettagli del piano Bce prima di decidere se avanzare una richiesta di aiuti. E il governo Rajoy va in pressing sull'Eurotower per l'attuazione di un forte piano di acquisto bond spagnoli. Ieri il ministro delle Finanze iberico, Luis de Guindos, ha infatti rimarcato la necessità dell'attuazione da parte dell'Eurotower di un piano che abbassi le pressioni sui titoli di stato spagnoli e che non preveda limiti di quantità acquistate o di durata. La Spagna, ha rimarcato De Guindos all'agenzia spagnola EFE, attende i dettagli tale piano prima di prendere una decisione circa la richiesta di sostegno finanziario.

Nuovo diktat tedesco ad Atene in vista di incontro venerdì
Nel weekend intanto si sono susseguiti commenti circa l'eventualità di un'uscita della Grecia dall'euro con il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, che ha ammesso l'esistenza di un piano legato proprio all'eventualità di un'uscita del Paese ellenico. Ieri ha cercato di chiarire la posizione tedesca il ministro dell'Economia, Philipp Roesler, sottolineando che la solidarietà europea andrà a chi attua una decisiva politica di riforme, mentre "chi non rispetta le regole e rompe gli accordi siglati non può attendersi aiuti finanziari". Chiaro riferimento al fatto che la Germania si conferma intransigente sull'eventualità di nuovi aiuti alla Grecia o rimodulazione dei precedenti accordi. Venerdì è atteso l'incontro a Berlino tra la cancelliera Angela Merkel e il primo ministro greco, Antonis Samaras. Il premier greco mercoledì riceverà il presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker.

COMMENTA LA NOTIZIA