Bce: non si può parlare di delusione, occorre un quadro più ampio (analisti)

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 05/09/2013 - 17:06
La Banca centrale europea (Bce) non ha fornito nessuna sorpresa, confermando i tassi di interesse allo 0,5% e la propria guidance sulla politica monetaria, con il governatore Draghi che ha ribadito l'orientamento di luglio: tassi agli attuali livelli o più bassi per un lungo periodo di tempo. "Draghi si è andato a ripetere oggi, ma non si può parlare di delusione", ha commentato a caldo Carlo Alberto De Casa, analista di Activtrades contattato da Finanza.com. Secondo De Casa, occorre un quadro più ampio e più generale e valutare anche altri fattori che orienteranno i mercati nelle prossime sedute. A cominciare dai dati sul mercato del lavoro negli Stati Uniti, che verranno diffusi domani e che potrebbero influenzare le decisioni della Federal Reserve sulla riduzione del piano di stimolo all'economia (il cosiddetto tapering), ma anche le elezioni in Germania, in agenda il prossimo 22 settembre.
COMMENTA LA NOTIZIA