1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Bce: M&G, improbabile in prossimo futuro acquisto bond governativi Eurozona su larga scala

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Come noto, giovedì 5 marzo la Banca Centrale Europea (Bce) ha tagliato il proprio tasso di rifinanziamento principale di 50 punti base, portandolo all’1,5%. “In questo momento – commenta in proposito Stefan Isaacs, gestore del fondo M&G European Corporate Bond Fund – la Bce si trova in una posizione molto difficile per aver mantenuto una politica monetaria troppo rigida, persino innalzando, in modo assurdo, i tassi lo scorso anno a luglio. In un quadro che comprende bassi livelli di fiducia di consumatori e aziende, aumento della disoccupazione, rallentamento del credito, una valuta relativamente forte e reali preoccupazioni per alcune economie dell’Est Europa, la Bce ha molto lavoro da fare”. “Non stupisce – prosegue l’esperto di M&G – che Trichet si sia trovato sotto pressione nel discutere l’alleggerimento quantitativo durante la sua sessione di domande e risposte. La mia sensazione è che sarà molto improbabile assistere ad acquisti di obbligazioni governative dell’Eurozona su larga scala nel prossimo futuro. Chiaramente la Bce si trova con meno spazio di manovra della Bank of England e della Federal Reserve a questo proposito, ma potrebbe trovarsi con le mani legate nel caso in cui l’economia continui a deteriorarsi al passo che vediamo attualmente”.