1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Bce: meno pressioni per un ulteriore stimolo monetario (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sale l’attesa per la riunione odierna della Banca centrale europea (Bce), che oltre ad annunciare la politica monetaria pubblicherà anche le stime aggiornate sulla crescita e sull’inflazione fino al 2016. Secondo il consensus di mercato, l’istituto guidato da Mario draghi confermerà la sua politica monetaria e dunque i tassi di interesse al minimo storico dello 0,25%. “La Bce non prenderà alcuna decisione nella riunione mensile di oggi – ha detto Alessandro Giansanti, analista di Ing – ma lascerà tutte le opzioni sul tavolo in caso di un deterioramento delle prospettive di crescita o inflazione”. L’analista di Ing spiega che le condizioni di liquidità nella zona euro si sono stabilizzate nel corso delle ultime settimane e dunque la volatilità del tasso Eonia è sceso sensibilmente. Inoltre, la stima flash sull’inflazione dell’Eurozona è rimasta stabile a febbraio allo 0,8% a/a. “Quindi, la Bce – ha concluso Giansanti – sente meno pressione a fornire un ulteriore stimolo monetario”.