Bce: meno pressioni per un ulteriore stimolo monetario (analisti)

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 06/03/2014 - 09:47
Sale l'attesa per la riunione odierna della Banca centrale europea (Bce), che oltre ad annunciare la politica monetaria pubblicherà anche le stime aggiornate sulla crescita e sull'inflazione fino al 2016. Secondo il consensus di mercato, l'istituto guidato da Mario draghi confermerà la sua politica monetaria e dunque i tassi di interesse al minimo storico dello 0,25%. "La Bce non prenderà alcuna decisione nella riunione mensile di oggi - ha detto Alessandro Giansanti, analista di Ing - ma lascerà tutte le opzioni sul tavolo in caso di un deterioramento delle prospettive di crescita o inflazione". L'analista di Ing spiega che le condizioni di liquidità nella zona euro si sono stabilizzate nel corso delle ultime settimane e dunque la volatilità del tasso Eonia è sceso sensibilmente. Inoltre, la stima flash sull'inflazione dell'Eurozona è rimasta stabile a febbraio allo 0,8% a/a. "Quindi, la Bce - ha concluso Giansanti - sente meno pressione a fornire un ulteriore stimolo monetario".


TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA