La Bce frena sul maxi-taglio dei tassi: il 4 dicembre la riduzione più probabile è di 50 punti base

Inviato da Redazione il Mer, 26/11/2008 - 08:10
Un drastico taglio dei tassi d'interesse "potrebbe contribuire a peggiorare l'umore del mercato se fosse interpretato come un segnale che le banche centrali hanno una visione più pessimistica sullo stato dell'economia del mercato stesso". Lo ha dichiarato ieri l'esponente del comitato esecutivo della Bce, Lorenzo Bini Smaghi. Sulla stessa linea si è espresso Ewald Nowotny, governatore della Banca centrale dell'Austria, sostenendo che la Bce non dovrebbe usare tutte le munizioni in una volta sola perché "nessuno sa veramente come si evolverà l'attuale difficilissima situazione economica. Sapete come ha agito finora la Bce", è stata la conclusione di Nowotny, "credo che continueremo ad agire allo stesso modo". Gli ultimi due tagli dell'istituto di Francoforte sono stati di 50 punti base.
COMMENTA LA NOTIZIA