Bce: Draghi, tassi bassi ancora a lungo. Pronti ad altra liquidità per banche, ripresa prosegue lenta

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 23/09/2013 - 16:42
La Banca centrale europea non ha intenzione di cambiare la sua politica monetaria accomodante. Quindi i tassi d'interesse rimarranno bassi per lungo tempo. Mario Draghi non cambia idea rispetto all'ultima riunione della Bce, nel quale erano emersi contrasti con la visione tedesca. Il presidente dell'Eurotower ha inoltre fatto sapere, in un discorso al Parlamento europeo, che la Bce è pronta a fornire ancora liquidità alle banche, attraverso un'altra operazione LTRO, qualora fosse necessario.
 
Nel secondo trimestre l'Eurozona è uscita dalla recessione grazie ad un Pil in progresso dello 0,3%. La debole ripresa, ha dichiarato Draghi, proseguirà anche nel trimestre in corso anche se la disoccupazione rimane su livelli elevati e quindi la ripresa avrà bisogno di tempo per assestarsi. Nell'ultimo anno, però, secondo l'ex numero uno di Bankitalia la fiducia nella zona euro è tornata in scia alle misure della Bce e ai progressi compiuti dai governi dei Paesi membri.

Per quanto riguardo il mondo bancario, Draghi ha dichiarato che il miglioramento nei livelli patrimoniali degli istituti di credito, grazie alle operazioni iniziate nell'estate del 2012, non si è ancora tradotto in flussi di credito più elevati verso famiglie e imprese. Sulla situazione di Atene il numero uno della Bce ha fatto sapere che è prematuro parlare di un terzo programma di aiuti.
COMMENTA LA NOTIZIA