Bce: Draghi, evitati scenari disastrosi. Realizzare sorveglianza unica su banche europee

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Banca centrale europea (Bce) ha evitato “scenari disastrosi“. Lo ha dichiarato Mario Draghi, presidente dell’Eurotower, durante un intervento all’European Banking Congress a Francoforte. Proprio in questa stessa occasione, un anno fa, l’ex governatore di Bankitalia ha tenuto il suo primo discorso nei panni di presidente della Bce. In particolare il programma di acquisto bond (Outright Monetary Transactions) ha rappresentato un “credibile freno contro scenari disastrosi”.

Nel corso del suo lungo intervento Draghi ha dichiarato che si è di fronte a un “giustificato ritorno di fiducia sulle prospettive della zona euro“. Un relativo ritorno alla fiducia è giustificato e legato a tre punti. Il primo è in parte da ricondurre al lancio del programma Omt, l’ex Governatore di Bankitalia ha colto l’occasione per rassicurare ancora una volta i mercati, ricordando che la Bce è pronta ad agire e attuare questo programma, come e quando richiesto.

Secondo, Draghi si è rivolto ai Governi della zona euro, spronandoli a continuare a perseguire le riforme strutturali a livello nazionale. “Questo è fondamentale per recuperare la competitività dove è stata persa, e gettare le basi per una crescita sostenibile ed equilibrata in futuro” ha affermato Draghi. In terzo luogo, a livello europeo, i leader devono seguire con determinazione il loro impegno a fare le riforme istituzionali necessarie per completare l’unione economica e monetaria. Questo è necessario per ripristinare completamente la stabilità nel nostro continente.

Ma non solo, l’ex governatore di Bankitalia ha poi invitato a realizzare la sorveglianza unica sulle banche del Vecchio Continente. Sorveglianza che deve però essere fatta bene e in maniera rapida. Quello che si dovrebbe fare è “creare le basi giuridiche per la vigilanza unica bancaria in Europa il prima possibile, una data ideale è l’inizio del 2013”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…