Bce: Draghi, evitati scenari disastrosi. Realizzare sorveglianza unica su banche europee

Inviato da Daniela La Cava il Ven, 23/11/2012 - 12:38

La Banca centrale europea (Bce) ha evitato "scenari disastrosi". Lo ha dichiarato Mario Draghi, presidente dell'Eurotower, durante un intervento all'European Banking Congress a Francoforte. Proprio in questa stessa occasione, un anno fa, l'ex governatore di Bankitalia ha tenuto il suo primo discorso nei panni di presidente della Bce. In particolare il programma di acquisto bond (Outright Monetary Transactions) ha rappresentato un "credibile freno contro scenari disastrosi".

Nel corso del suo lungo intervento Draghi ha dichiarato che si è di fronte a un "giustificato ritorno di fiducia sulle prospettive della zona euro". Un relativo ritorno alla fiducia è giustificato e legato a tre punti. Il primo è in parte da ricondurre al lancio del programma Omt, l'ex Governatore di Bankitalia ha colto l'occasione per rassicurare ancora una volta i mercati, ricordando che la Bce è pronta ad agire e attuare questo programma, come e quando richiesto.

Secondo, Draghi si è rivolto ai Governi della zona euro, spronandoli a continuare a perseguire le riforme strutturali a livello nazionale. "Questo è fondamentale per recuperare la competitività dove è stata persa, e gettare le basi per una crescita sostenibile ed equilibrata in futuro" ha affermato Draghi. In terzo luogo, a livello europeo, i leader devono seguire con determinazione il loro impegno a fare le riforme istituzionali necessarie per completare l'unione economica e monetaria. Questo è necessario per ripristinare completamente la stabilità nel nostro continente.

Ma non solo, l'ex governatore di Bankitalia ha poi invitato a realizzare la sorveglianza unica sulle banche del Vecchio Continente. Sorveglianza che deve però essere fatta bene e in maniera rapida. Quello che si dovrebbe fare è "creare le basi giuridiche per la vigilanza unica bancaria in Europa il prima possibile, una data ideale è l'inizio del 2013".



TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA