Bce: Bollettino mensile, Pil 2010 +1,6-1,8% ma occorrono riforme strutturali

Inviato da Redazione il Gio, 09/12/2010 - 10:50
Il Pil 2010 dell'Eurozona crescerà in termini reali dell'1,6-1,8%, mentre nel 2011 la crescita sarà dello 0,7-2,1% e nel 2012 dello 0,6-2,8%. Così hanno stimato gli esperti dell'Eurosistema. "Rispetto all'esercizio condotto in settembre dagli esperti della Bce, per l'anno in corso l'intervallo risulta in certa misura ridotto e spostato verso il margine superiore della precedente proiezione, mentre i valori relativi al 2011 si collocano entro margini leggermente più ristretti", si legge nel Bollettino mensile pubblicato oggi. Per sostenere la crescita la Banca centrale europea (Bce) sottolinea la necessità di introdurre riforme e migliorare il mercato del lavoro: "Occorre attuare con tempestività riforme strutturali consistenti e di ampia portata per migliorare le prospettive di una maggiore crescita sostenibile. Profonde riforme risultano particolarmente necessarie nei paesi che in passato hanno subito una perdita di competitività o che al momento risentono di disavanzi di bilancio e disavanzi esterni elevati - avvisa la Bce - L'eliminazione delle rigidità dal mercato del lavoro favorirebbe ulteriormente il processo di aggiustamento di tali economie".
COMMENTA LA NOTIZIA