Bca Sella: “Eni ancora impostata bene, target nel medio a 19 euro”

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari continua a riservare sorprese positive agli investitori, dopo essersi aggiudicata la palmares di miglior listino 2004. Puntare o non puntare ancora su Eni? Secondo gli analisti di Banca Sella “il titolo è inserito in un movimento rialzista di fondo da novembre 2003 e, negli ultimi mesi, sta effettuando un movimento laterale di consolidamento compreso fra 17,50-17,70 euro e 19 euro, con livelli intermedi 18,10-18,15 euro e 18,75 euro”. Gli esperti consigliano di stare in allerta. “Per le prossime sedute appare probabile una salita a testare 18,70 euro, dove dovrebbero scattare le vendite, riportando le quotazioni a 18,10-18,20 euro”. Ma nulla di cui preoccuparsi. “Un segnale di debolezza si avrebbe al di sotto di 18,10 euro, con possibili discese verso l’importante area di supporto 17,50-17,70 euro, livelli in prossimità dei quali transita la media mobile a 200 giorni, la cui violazione determinerebbe la fine del movimento rialzista in essere da novembre 2003 e favorirebbe un movimento laterale fra 16,20-16,50 euro e 18-18,50 euro. Un ulteriore segnale di forza per i prossimi mesi si avrebbe con il superamento di 19 euro”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
EUROPA

Total: utile netto balza del 77% nel primo trimestre 2017

Trimestrale migliore delle aspettative per Total in uno scenario caratterizzato dalla risalita dei prezzi del petrolio. In particolare, il colosso petrolifero francese ha visto l’utile netto rettificato balzare del 56% a 2,6 miliardi di dollari (cons…