Bankitalia: quota forza lavoro inutilizzata supera il 10%

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 15/01/2010 - 18:52
Il tasso di disoccupazione non dice tutto sul totale dei senza lavoro in Italia. Lo sostiene Bankitalia nell'ultimo bollettino diffuso oggi dall'istituto guidato da Mario Draghi. Lo scorso novembre il tasso di disoccupazione è salito all'8,3 per cento, 2,4 punti in più rispetto al minimo dell'aprile del 2007. "Per valutare compiutamente il grado di utilizzo della forza lavoro disponibile, tuttavia - rimarca il bollettino di Bankitalia - ai "disoccupati" vanno aggiunti i lavoratori in Cassa integrazione guadagni e le persone "scoraggiate", ovvero coloro che non cercano attivamente un impiego e sono quindi esclusi dal conteggio ufficiale dei disoccupati, pur avendo una probabilità di trovarlo analoga a quella di questi ultimi". Palazzo Koch stima che, in questo concetto ampio, nel secondo trimestre del 2009 la quota di forza lavoro inutilizzata sia risultata superiore al 10 per cento, quasi 3 punti percentuali in più del tasso di disoccupazione. In presenza di ampi margini inutilizzati di capacità produttiva, anche la spesa delle imprese in beni strumentali si prefigura modesta.
COMMENTA LA NOTIZIA